per una nuova cultura della comunicazione
 

 
   

 

Nuove tecnologie: l'ora degli umanisti!

Fino a qualche tempo fa il figlio laureato in lettere o in filosofia era un problema per qualunque famiglia. L'inserimento nel mondo del lavoro, infatti, era molto difficile. Lo sbocco naturale di queste lauree era costituito dall'insegnamento nella scuola o nell'Universita'. Con tutti gli inconvenienti del casattese interminabili di bandi e concorsi, provveditorati congestionati e interminabili graduatorie. Qualcuno tento' la strada dell'azienda nelle aree della formazione, delle risorse umane, dell'organizzazione ma per anni, anche in queste aree, agli umanisti furono preferiti gli economisti e perfino gli ingegneri. Ho usato fin qui l'imperfetto e non a caso. L'avvento delle new economy ha reso oggi facile agli umanisti l'accesso al mondo del lavoro. Abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione. Copywriter, responsabili di contenuti, art director, webwriting. Questi i nuovi profili professionali, le nuove competenze richieste da siti e portali. La grafica all'inizio vera padrona incontrastata del web e' oggi in secondo piano. I contenuti si sono rivelati importanti, siti e portali sono sempre piu' decisi a sfruttare e valorizzare il capitale intellettuale. Sotto ragazzi, gli umanisti possono finalmente diventare professionisti. Professionisti della parola.  

home | chi siamo | rivista | libri | corsi | archivio | blog | scrivici

 

Copyright 2005 Comunico sas - Tutti i diritti riservati Web hosting e web design by Graffiti2000.com