per una nuova cultura della comunicazione
 

 
   

 

 

Eccellere nel business in un periodo di scompiglio

Gli anni che stiamo vivendo non lasceranno nei nostri cuori grandi rimpianti. Infatti fin dall’avvento dell’euro, per quasi un decennio, una grave crisi ha interessato le imprese.

Stiamo attraversando una fase di forte cambiamento e, quindi, necessariamente di difficoltà e indecisione.

Sono caduti i valori e le certezze che ci hanno accompagnato per un secolo, il ‘900, ed ora dobbiamo lavorare per definire valori nuovi.

La difficile contingenza mondiale ha coinvolto, in questi anni, politica, economia e società e ha contribuito a delineare un panorama complesso di non facile interpretazione.

Le aziende hanno affrontato nuovi problemi che hanno dovuto comprendere, risolvere e, ancor meglio, cercare di anticipare.

A questo punto appare chiaro che la società sta entrando in una nuova fase che da molti è stata definita “nuovo umanesimo” nel quale torna ad emergere l’importanza della persona.

Lo studioso americano Tom Peters sostiene che siamo entrati nella quinta Era dell’uomo.

 

Era della caccia

(cacciatori)

Era dell’agricoltura

(contadini)

Era dell’industria

(operai)

Era dell’informazione

(impiegati e funzionari)

Era delle relazioni

(creatori di emozione ed empatia)

 

Negli ultimi anni mi sembra si sia cercata più l’efficacia che la verità, più il consenso che la critica.

Uno degli obiettivi che dovremo darci è quello di comunicare con le persone in modo più profondo. Non rincorrere la quantità, ma la qualità delle relazioni.

 

  • Creare sinergia ed empatia con chiunque
  • Creare convinzioni che diano sostegno migliorando l’immagine di sé e l’autostima
  • Allenare la mente alla positività e all’ottimismo cambiando l’atteggiamento nei confronti delle esperienze della vita
  • Diventare responsabile delle proprie esperienze
  • Superare i condizionamenti del passato
  • Percepire le informazioni che arrivano dall’esterno e mettersi sulla lunghezza d’onda dell’interlocutore.
  • Trovare i modi migliori per  un accordo con l’interlocutore.
  • Risolvere i problemi generati dalla conflittualità fra le persone.

 

 

 

La gestione degli stati d’animo

Come migliorare la propria vita, la propria salute  e il proprio umore

C’è una vita,
dentro ognuno di noi,
che non è mai la vita che stiamo vivendo,
è una specie di sogno,
di desiderio.
In quella vita tutti noi siamo forti, coraggiosi, determinati.
Ma la riteniamo irraggiungibile,
ed è un errore!
Perché quella vita è dietro una porta,
che possiamo aprire con le giuste chiavi,
e farla così diventare,
la nostra vera vita!

 

I periodi di stress possono essere provocati da cambiamenti drastici e a volte improvvisi nella vita di tutti i giorni: un divorzio, un licenziamento o un eccessivo carico di lavoro, difficoltà economiche, rapporti difficili in famiglia o con i colleghi. Inoltre, al di là degli eventi esterni, alcuni di noi potrebbero avere una tendenza naturale  a soffrire di disturbi quali l’ansia, la depressione e atteggiamenti autolesionistici.

Tuttavia, tendenza naturale non significa radicata e quindi non modificabile. Ad esempio, anche chi non è nato con un buon orecchio musicale, può esercitarsi a migliorare e, di conseguenza, anche chi è soggetto a disturbi di natura psicosomatica può imparare a modificare le tendenze che gli creano tali disagi. Come? Imparando a gestire i propri stati d’animo. 

Uno dei principi fondamentali su cui si basa questa disciplina è il seguente: la nostra sofferenza emotiva molto spesso non è dovuta ad un’azione diretta della realtà su di noi, ma a una sua interpretazione distorta, da cui nascono le convinzioni sbagliate che erroneamente la nostra mente genera. Quando prestiamo ascolto ai nostri pensieri, piuttosto che a ciò che è oggettivamente vero, siamo vittime dello squilibrio emozionale che chiamiamo dolore e quello che è peggio, è che finiamo per accettarlo come parte inevitabile della nostra vita. E’ possibile quindi ridurre la propria sofferenza emotiva, imparando a modificare quei pensieri, quelle emozioni e quei comportamenti che hanno creato quei disturbi.

 

 

La comunicazione interpersonale:

il primo strumento di lavoro per il medico

 

 

 

Ci sono persone che sanno stabilire sintonia con gli altri, entrare nelle loro corde, razionali ed emotive. Hanno la parola facile. Qualcosa di magico.

Dietro la loro magia, però, c’è ben più di una dote di natura: ci sono tecniche, schemi comunicativi, registri di stile che tutti possiamo imparare.

Con le parole analizziamo le richieste degli altri.

Con le parole formuliamo le nostre proposte.

Con le parole superiamo le  obiezioni.

Con le parole negoziamo, sia nel senso proprio, delle nostre attività professionali, sia in quello allargato, della conduzione di una  trattativa.

Con le parole stringiamo relazioni.

Nel corso degli studi universitari i medici imparano cosa sono le malattie, come si riconoscono e come si curano o meglio si prevengono.

Manca però l’anello finale: come “agganciare” in questo percorso il paziente.

Cioè come comunicare.

La comunicazione, verbale, paraverbale e non verbale, trasmette al malato la sensazione che ci interessiamo attivamente a lui, specie quando la relazione di aiuto è scandita da tempi minimi.

Nel rapporto medico/paziente, la relazione è lo strumento per costruire un processo di fiducia e collaborazione. Il buon medico è capace di raccogliere, attraverso il dialogo e le emozioni, informazioni non dette, sfumature accennate da uno sguardo penetrante o sfuggente.

Un consiglio di questo medico al paziente ha sicuramente grande valore, ma ancor più valore ha l’effettiva capacità di questo medico di indurre reali modifiche nei comportamenti.

 

> corsi

La comunicazione empatica
L'efficacia dei modelli neurolinguistici per le relazioni verbali e scritte

Diagnosi degli stili di comunicazione individuale
La componente verbale
La componente paraverbale
La componente non verbale
Gestire il pubblico
La memoria
Dinamiche relazionali: l'analisi transazionale;
Dinamiche relazionali: la programmazione neurolinguistica;
Tecniche di negoziazione
Problem solving
Scrivere chiaro
Ottenere sintesi
Organizzare la struttura
Arricchire lo stile
Creatività: uso dei due emisferi cerebrali nell'organizzare gli argomenti
Il processo della scrittura
Testi e ipertest
E-mail
 
Leadership
Leadership
Gestione delle risorse umane
La motivazione degli uomini
La creazione dello spirito di squadra
Saper apprendere
Saper insegnare
L'autostima
L'arte della negoziazione
Le caratteristiche psicologiche di massa
Le caratteristiche psicologiche individuali

Le relazioni interpersonali
I rapporti con gli altri
L'attenzione al cliente
Problem solving
Tecniche di negoziazione
Decision making
Motivazione
Leadership
Team work
Gestione delle riunioni e delle dinamiche di gruppo
Controllo del feed-back
Le relazioni verbali scritte

Parlare in pubblico e in TV
Diagnosi della comunicazione verbal
Scheda di lavoro personale
Ripresa televisiva individuale
La comunicazione non verbale
Lo stile
Il controllo della voce
La scaletta
La memoria
Gestire il pubblico

La comunicazione scritta
La comprensione del messaggio scritto
L'ordine del discorso
Il mittente i destinatari
Scrivere chiaro
Lo stile
La correzione
L'editing
I generi della scrittura aziendale

Costruire gruppi di successo
L'importanza dei gruppi
Condividere la visione
Stili di leadership
Insegnare ad altri
Rispondere alle domande
Osservazione dei processi
Comprensione delle dinamiche di gruppo
Il manager come formatore
I conflitti
Obiettivi e ruoli

Conquistare il cliente
Costruire il rapporto
Conoscere le motivazioni
Presentare l'offerta
Soddisfare le obiezioni
Porre domande specifiche
Predisporsi al successo
I sistemi rappresentazionali
L'ascolto attivo
La chiusura
Analisi transazionale
Programmazione neurolinguistica


Le competenze di comunicazione
Parlare e scrivere con efficacia

La relazione 
l’eloquio
la discussione
lavorare in gruppo
gestire le situazioni critiche
esprimere leadeship
rispondere alle domande
superare le obiezioni
il telefon le parole e le frasi da evitare 


La comunicazione scritta
Scrivere semplice e chiaro
Eliminare il burocratese
Gestire la complessità negli argomenti tecnici
Raggiungere la sintesi
Scegliere la struttura e lo stile più adatti al destinatario, all’obiettivo, all’argomento
Catturare e tener viva l’attenzione del lettore
Aumentare l’efficacia dei periodi, delle frasi, delle parole
Coinvolgere il lettore (reader orientation)
Gestire i messaggi negativi o non graditi al lettore
Velocizzare e snellire il processo di scrittura
Scrivere come si parla

Gli strumenti: lettera - relazione - report - Web - e-mail

Come risolvere i problemi
I problemi nella societa' che cambia
La creativita'
Le resistenze al cambiamento
Il posizionamento
Problemi e opportunita'
Uscire dagli schemi
Analizzare le alternative
Il brain storming
Il brain writing
La propositivita'

Gestione delle riunioni
I compiti del coordinatore
Prendere le decisioni
La leadership
Il processo decisionale
Gli stili decisionali
Conflitti e sinergie
Il clima positivo
Il consenso e il dissenso
Come rispondere alle domande
Come rispondere alle obiezioni
Dare ragione senza perdere la leadership
I rapporti interpersonali
Contenere l'aggressivita'

Web writing
Scrivere nell'era di internet

Dalla carta al web: il business writing come fondamento per scrivere in internet
La nuova competenza:costruire gli ipertesti
Il nuovo interesse:la grafica
I generi del web writing
Regole e consuetudini di un "territorio di frontiera"
Questioni aperte sull'online-writing

Il corso è indirizzato a: quadri, manager di aziende private e della pubblica amministrazione; tecnici del marketing, delle vendite, delle relazioni pubbliche o dell'organizzazione; comunicatori d'azienda e d'agenzia, addetti stampa, giornalisti, web editor; consulenti, insegnanti, liberi professionisti.
Persone dalle esperienze diversificate, accomunati dalla passione per la scrittura e dal desidero di aggiornarsi sullo stile di internet.

 

Per informazioni tel. 0322 230114
e-mail comunico@comuniconline.it

home | chi siamo | rivista | libri | corsi | archivio | blog | scrivici

 

© Copyright 2005 Comunico sas - Tutti i diritti riservati Web hosting e web design by Graffiti2000.com